Home page Catalogo
Fotogallery
Contatti
Manifesto strisciante
Eventi
 

Catalogo

A.A.V.V. ADDOSSO!

Ribéss / Anpi Santarcangelo 2011, distr. Audioglobe; dvdfile in confezione deluxe, 3 cd audio, 40 tracce dedicate, tot. 172’; 15 euro; benefit pro-Anpi

Get the Flash Player to see this player.

Un miracolo piccolo così. Il 150° non poteva essere celebrato in modo più antiretorico, pungente e godurioso. Le cose sono andate in questo modo: la sezione Anpi di un comune nè carne nè pesce – nello specifico Santarcangelo di Romagna – contatta la Ribéss per curare un benefit per l’Anpi del territorio e l'Anpi in generale. Ne esce un progetto pazzerello, a mezzo tra pamphlet e proposta indecente, che chiama i musicisti alle loro armi precipue per lanciare un messaggio al Belpaese assopito dal patriottismo vacanziero e dallo sdegno onde il bell’aere è pregno. Ai gruppi si chiede un tributo di sangue niente male: mettere in stand-by i loro programmi per scrivere o riscrivere un pezzo d’argomento civile, preferibilmente focalizzato sulla storia italiana; il pezzo dev’essere improrogabilmente consegnato entro un mese e mezzo; per quel pezzo non riceveranno l’ombra di un centesimo e i proventi della vendita andranno interamente a sostegno delle attività Anpi. Il progettino viene somministrato a etichette, cantautori e gruppi di stretta conoscenza ma col beneficio del passaparola. Nessun canale promozionale “importante”. La sporulazione è un metodo. Ideologia. Sympathy for the chaos. O la va o la spacca. Risultato? Una brigata di cantautori, gruppi, bande e attori scodella 40 brani perfettamente centrati sulla policentrica materia. Una brigata di artisti votata al sacrificio, che si è affidata a una produzione corale, un bel po’ dispersiva e solo funzionalmente centralistica. Emeriti sconosciuti e indi(e)pendenti di culto, androidi e anarchisti, apocalittici e disintegrati. E se pensi che l’Italietta resti tale anche quando si scaglia contro se stessa, considera che questo progetto ha convinto a imbracciare gli attrezzi del mestiere anche un inglesaccio come Matt Elliott, il curdo Seyidxan, i post-castristi Cuentas Claras e gli zingari californiani Hazy Loper. E poi la formazione italo-russa di Miss Julicka, quella italo-gallica dei Grimoon, l’ormai gallese Stefano Giaccone. (E non dimentichiamo i gruppi, italiani e stranieri, che hanno aderito entusiasti ma non sono riusciti a lavorare sul pezzo per via della nostra tempistica balorda.) In breve: una truppa di tiratori non scelti ma che hanno scelto, e la loro mira non è in discussione. La compilation? Una sonora massa critica incanalata in tre cd. Poteva finire per essere un hellzapoppin patriottardo in nome del pop sovrano e invece no. Qui ogni tassello ha la sua urgenza. È vero, l’accozzaglia “fa indie”. Nei salottini della bimbo-musica che piace tanto ai radical-chic. Invece una moltitudine varia e organizzata quanto basta fa, semplicemente, l’indipendenza.

Questo progetto è dedicato a tutti i popoli ora&sempre resistenti. Scegli bene il tuo nemico. Ti farà compagnia per tutta la vita.


cd UNO

01. Daniele Maggioli + Paq “Mano alla bomba”
02. Briacabanda “Con la guerriglia”
03. Folli Folletti Folk “Mischione”
04. L’Insolito Clan “Inno individualista”
05. Grimoon + Rino de Michele feat. Roberto Bartoli “Vinni cu’ vinni”
06. Hazy Loper “Song of the criminals” (“Canto dei malfattori”)
07. Enrico Farnedi “Vendemmia”
08. Banda dei disertori “La ballata del Pinelli”
09. Seyidxan “Mêrdînê”
10. Redelnoir feat. Alessio Lega “Socialismo”
11. Araba Fenice “Per i morti di Reggio Emilia”
12. La Sezione “La tempesta”
13. Allocchi Emotivi “Comunisti cattivi”


cd CINQUE

01. Francobeat “La badoglieide”
02. manzOni “Maria”
03. Apocalittici Disintegrati “Lamento dei mendicanti” (live)
04. Bancale “Catrame 150”
05. Forestale Val d'Aupa “Carbone”
06. Santo Barbaro “Addio addio amore”
07. Matt Elliott “Il galeone”
08. Miss Julicka “Закрой глаза“ (“Chiudi gli occhi”)
09. Stefano Giaccone + Airportman “Non a caso”
10. Liir Bu Fer feat. Paolo Ottoboni “Racconto di un massacro”
11. Morose + Jennifer Jo Oakley “Battan l’otto”
12. My Dear Killer + The Frozen Fracture “Il mio piccolo fazzoletto di deserto fiorito”
13. Luisenzaltro “Insicurezza sul lavoro” (melogrammatica version)


cd ZERO

01. Giuseppe Righini “Carne da cannone”
02. Occhi in Apnea “Il gioco delle parti”
03. Revolution “Caos”
04. Alfaband “Ai lati d’Italia” (“Fratelli d’Italia”)
05. Piet Mondrian “Vortici di luce”
06. Pane “I conti non tornano...” (i parte)
07. Collettivo Ginsberg “Come quando fuori piove”
08. Sparkle in Grey “Sunrising”
09. Cuentas Claras “La libertad”
10. Luca Fiore “24 giugno 1976”
11. Ratafiamm “Verso fine aprile”
12. Pane “I conti non tornano...” (ii parte)
13. I Camillas “La regola”
14. Giacomo Toni “Il peggio del peggio”